OverLAPS #greencity Milano

Invito

Rasenmäherzeichnung “Disegnare col tosaerba”

Domenica 24 settembre 2017 ore 17.30 e 18.00

Presentazione al Parco Segantini – via Segantini, Milano.

Green City Milano 2017

Tutte le grandi città si sono sviluppate vicino ad un fiume, perché l’acqua riveste un ruolo primario nella vita delle persone e offre grandi risorse e possibilità agli insediamenti che attraversa.  Milano è una delle rare eccezioni a questa regola, infatti non ha nel suo centro storico un fiume principale. Ma i milanesi hanno da sempre praticato una gestione sofisticata della risorsa idrica. Il sistema dei canali – iniziato nel 1179 con la costruzione di quello che oggi chiamiamo Naviglio Grande – si è sviluppato sempre più nei secoli grazie alla partecipazione di tutti i milanesi, si pensi nel Quattrocento all’intervento di Leonardo da Vinci che ha apportato numerosi miglioramenti e modifiche al sistema delle conche.

Questo enorme patrimonio culturale e materiale venne gradualmente abbandonato durante l’Ottocento e definitivamente chiuso nella prima metà del Nnovecento. I canali sono stati quasi completamente cancellati dal centro della città di Milano e solo ora si ricomincia a pensare di aprirli nuovamente. I canali porterebbero una maggior qualità urbana, in termini di vivibilità e microclima, aumentando le possibilità di loisir per residenti e turisti. I milanesi riscoprirebbero il piacere di avere una via d’acqua in città.

 

Questo è il punto di partenza per il nuovo progetto d’arte che la curatrice Chiara Donisi, l’associazione culturale OverLAPS e l’artista Ralf Witthaus vogliono realizzare a Milano. L’esperienza fatta realizzando nell’estate 2017 il progetto “Il tesoro smarrito”, che ha permesso a centinaia di persone di riscoprire il paesaggio dell’Alto Lario e la sua antica storia, è stata la premessa. Il desiderio ora è di trovare un’immagine, un disegno, una storia, che permettano di riconnettere il paesaggio urbano della città di Milano alle sue antiche vie d’acqua.

 

Ralf Witthaus disegna con il tosaerba sul verde: insieme ad una squadra di volontari vengono creati disegni che modificano il luogo per un breve periodo – fino a quando l’erba non cresce di nuovo. I disegni temporanei sono a volte piccoli camei – a volte molto più estesi. Ad esempio, a Colonia, l’artista ha realizzato un disegno di sette chilometri intorno al centro della città. Witthaus e il suo team lavorano in abiti neri perché non solo il disegno, ma anche l’intero processo di creazione fa parte della sua arte. I disegni possono essere percorsi e il paesaggio di Ralf Witthaus diventa un’esperienza artistica.

 

L’idea in cui lavorano Chiara Donisi e Ralf Witthaus al momento è il disegno di un fiume attraverso il verde urbano di Milano. Per rendere questa visione tangibile e per discutere e sviluppare ulteriormente la concezione con le parti interessate, realizzeranno un disegno col tosaerba al Parco Segantini che verrà inaugurato domenica 24 settembre alle 17.30 e alle 18.00. Sarà un dialogo a tre voci tra Gioia Gibelli, architetto paesaggista, Ralf Witthaus e Chiara Donisi.

 

Il progetto è finanziato da STIHL.

Fotografie (c) Harald Neumann



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *